Il cielo del mese: giugno 2020

2020-05-31

 Diamo uno sguardo ai principali eventi astronomici del mese di giugno 2019!

Il Sole
il Sole, fotografato da Michele Brusa
 
01 giugno: sorge alle 05:33
transita alle 13:11
tramonta alle 20:50
durata del giorno 15 ore e 17 minuti
distanza dalla Terra alle 12:00: 1.014070473 U.A.
 
15 giugno: sorge alle 05:30
transita alle 13:14
tramonta alle 20:59
durata del giorno 15 ore e 29 minuti
distanza dalla Terra alle 12:00: 1.015776255 U.A.
 
30 giugno: sorge alle 05:34
transita alle 13:17
tramonta alle 21:01
durata del giorno 15 ore e 27 minuti
distanza dalla Terra alle 12:00: 1.016650014 U.A
 
 La Luna 
La Luna, fotografata da Simone Zampilli
 
3 giugno, h 5:23 - Luna al perigeo (364.365,7 km)
 
5 giugno, 10:17 - Luna piena
 
5 giugno, dalle 20:42 alle 23:05 - Eclissi penumbrale di Luna (inizierebbe dalle 19:44, ma sorgerà alle 20:42)
 
12 giugno, h 19:12 - Luna all'ultimo quarto
 
15 giugno, h 2:50 - Luna in apogeo (404.328,6 km)
 
20 giugno, h 20:25 - Luna nuova
 
27 giugno, h 23:15 - Luna al primo quarto
 
30 giugno, h 3:56 - Luna al perigeo (368.958 km)
 
I pianeti
 
Mercurio - Il pianeta Mercurio sarà visibile per la prima metà del mese di giugno ad Ovest, subito dopo il tramonto del Sole, pur abbassandosi gradualmente sera dopo sera e conseguentemente perdendosi nelle luci crepuscolari nella seconda metà di giugno. La sera del 4 giugno sarà in massima elongazione Est, per cui sarà il momento migliore per osservarlo.
15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 0,652 U.A. (97.537.811,696 km);
 
Venere - Venere non sarà visibile durante il mese di giugno, in quanto troppo vicino al Sole: il 3 giugno sarà in congiunzione inferiore, il che implica che il pianeta dismetterà le vesti di Vespero per assumere quelle di Lucifero: sarà facilmente osservabile come tale nelle immediatezze dell'alba, nel cielo a Est/Nord-Est, soprattutto nella seconda parte del mese.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 0,309 U.A. (46.225.742,046 km);
 
Terra - Questo mese citiamo la Terra poiché il 20 giugno, alle 23:43 (ora italiana), sarà il momento del solstizio d'estate.
 
Marte - Il Pianeta Rosso sarà ben visibile nelle ore che precedono l'alba, anticipando progressivamente il suo sorgere, abbellendo col suo colore ramato il cielo ad Est/Sud-Est. Il 6 giugno sarà in quadratura.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 0,915 U.A. (136.882.051,691 km);
 
Giove - Il Gigante gassoso anticipa progressivamente la sua levata, ed è l'inequivocabile protagonista della seconda parte della notte, insieme al vicino Saturno!
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 4,269 U.A. (638.633.310,018 km);
 
Saturno - Il Signore degli Anelli sarà comodamente osservabile nella seconda parte della notte, non lontano da Giove, e anticipa progressivamente il suo sorgere.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 9,178 U.A. (1.373.009.257,285 km);
 
Urano - Urano sarà osservabile al telescopio nell'ultima parte della notte, anticipando giorno dopo giorno il suo sorgere.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 20,496 U.A. (3.066.157.957,867 km);
 
Nettuno - Il pianeta Nettuno sarà comodamente osservabile al telescopio per tutta la seconda parte della notte, anticipando progressivamente la sua levata. L'11 giugno sarà in quadratura.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 29,845 U.A. (4.464.748.451,042 km).
 
 
Congiunzioni
 
Congiunzione tra Giove (a sinistra) e Venere (a destra) del Giugno 2015. Foto di Alfredo Lolli e Matteo Reggidori.
  
-9 giugno, h 3 - Congiunzione Luna-Saturno-Giove;
 
-13 giugno, h 4 - Congiunzione Luna-Marte-Nettuno (per vedere quest'ultimo occorre un telescopio!);
 
-19 giugno, h 5 - Congiunzione Luna-Venere (alle 10:15, grazie ai telescopi sarà visibile una occultazione parziale di Venere da parte della Luna: i due corpi celesti sembreranno toccarsi! La visibilità sarà complicata dalla vicinanza del Sole, per cui sarà necessario utilizzare tutte le precauzioni del caso!);
  
Sciami meteorici con picco d'intensità nel mese di giugno  
Ecco gli sciami meteorici attivi nel mese di giugno, divisi tra quelli che durante il mese mostrano il loro picco e quelli che pur non avendo in questo mese il picco presentano comunque una qualche attività. Per maggiori informazioni, potete consultare la apposita rubrica UAI curata della Sezione Meteore, a questo link: http://meteore.uai.it/sciami/2020/giu2020.htm
 
1)Omega Scorpidi: sciame attivo dal 24 maggio al 13 giugno, con picco il 2 giugno;
2)Tau Erculidi: sciame attivo dal 19 maggio al 14 giugno, con picco il 3 giugno;
3)Chi Scorpidi: sciame attivo dal 27 maggio al 20 giugno, con picco il 5 giugno;
4)Gamma Sagittaridi: sciame attivo dal 27 maggio al 13 giugno, con picco il 6 giugno;
5)Gamma Delfinidi di giugno: sciame attivo dal 9 al 14 giugno, con picco l'11 giugno;
6)Xi Dragonidi: sciame attivo dal 2 al 23 giugno, con picco il 16 giugno;
7)Liridi di giugno: sciame attivo dal 9 al 24 giugno, con picco il 16 giugno;
8)Aquilidi di giugno: sciame attivo dal 1 giugno al 20 luglio, con picco il 16 giugno;
9)Theta Ofiuchidi (o Ofiuchidi di giugno): sciame attivo dal 2 giugno al 2 luglio, con picco il 16 giugno;
10)Gamma Draconidi: attivo dal 7 al 30 giugno con picco il 17 giugno;
11)Lambda Sagittaridi: attivo dal 1 giugno al 16 luglio, con picco il 19 giugno:
12)Bootidi di giugno: attive dal 22 giugno al 3 luglio, con picco il 27 giugno;
13)Rho Sagittaridi: attivo dal 15 giugno all'8 luglio, con picco il 28 giugno;
14)Tau Acquaridi: attivo dal 19 giugno al 5 luglio,con picco il 29 giugno.
 
Altri sciami meteorici che hanno già raggiunto/devono ancora raggiungere la massima intensità sono costituiti da:
 
1)Eta Ofiuchidi, (dal 09 aprile al 16 giugno, con picco il 12 maggio);
2)Beta Capricornidi (dal 16 giugno al 31 luglio, con picco il 12 luglio).
 
 
  
Carte del cielo del mese di giugno 
 il cielo del 01 giugno, alle 23
 
Il cielo del 15 giugno, alle ore 23