Il cielo del mese: gennaio 2019

2018-12-29

Diamo uno sguardo ai principali eventi astronomici del mese di gennaio 2019!
 
 
Il Sole 
il Sole, fotografato da Michele Brusa
 
01 gennaio: sorge alle 07:49
transita alle 12:17
tramonta alle 16:46
durata del giorno 8 ore e 57 minuti
distanza dalla Terra alle 12:00: 0.983924828 U.A.
 
15 gennaio: sorge alle 07:45
transita alle 12:23
tramonta alle 17:01
durata del giorno 9 ore e 16 minuti
distanza dalla Terra alle 12:00: 0.983602065 U.A.
 
31 gennaio: sorge alle 07:32
transita alle 12:27
tramonta alle 17:22
durata del giorno 9 ore e 50 minuti
distanza dalla Terra alle 12:00: 0.985224202 U.A
 
 
La Luna 
La Luna, fotografata da Simone Zampilli

 05 gennaio, h 13:13 - Luna nuova 

09 gennaio, h 05:11 - Luna in apogeo (406.117,4 km)
 
13 gennaio, 19:01 - Luna al primo quarto
 
20 gennaio, h 19:56 - Luna piena 
 
21 gennaio, h 10:50 - Luna al perigeo (352.221,2 km)
 
27 gennaio, h 10:22 - Luna all'ultimo quarto
 
 

I pianeti

 

Mercurio - Il pianeta Mercurio sarà ad Est, prima dell'alba, visibile solamente (con qualche difficoltà) nei primissimi giorni del mese; dopodiché, sarà impossibile da individuare in quanto troppo vicino al Sole.

Il 30 gennaio sarà in congiunzione superiore.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 1,301 U.A. (196.626.829,781 km);
  

Venere - Venere sarà ben visibile nei cieli che precedono l'alba, ad Sud/Sud-Est.
Il 6 Gennaio sarà in massima elongazione Ovest.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 0,638 U.A. (95.443.441,507 km);
 
Terra - Questo mese citiamo anche il nostro pianeta in quanto il 3 gennaio alle 05:00, la Terra si troverà in perielio, cioè nel punto più vicino al Sole durante il suo moto di rivoluzione attorno ad esso, ad una distanza di 0,98330117 U.A. (circa 147.099.761,289 km):
 
Marte - Il Pianeta Rosso sarà visibile nella prima parte della notte, tramontando prima di mezzanotte. 
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 1,384 U.A. (207.043.453,049 km);
 
Giove - Il Gigante gassoso sarà ben visibile nel cielo antecedente l'alba, alzandosi sempre di più giorno dopo giorno.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 6,058 U.A. (906.263.900,701 km);
 
Saturno - Il Signore degli Anelli non sarà osservabile durante questo mese, in quanto troppo vicino al Sole, ad eccezione degli ultimissimi giorni di gennaio, durante i quali potrebbe scorgersi nei chiarori antecedenti l'alba..
Il 2 gennaio sarà in congiunzione.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 11,02 U.A. (1.648.568.535,114 km);
 
Urano - Urano è osservabile al telescopio durante la prima parte della notte, dato che il suo tramonto è previsto oltre la mezzanotte a fine mese.
Il 19 gennaio sarà in quadratura.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 19,774 U.A. (2.958.148.295,222 km);
 
Nettuno - Il pianeta Nettuno anticipa il suo tramonto giorno dopo giorno: possibile osservarlo al telescopio durante la prima parte della notte, in condizioni di buio ottimale, e a fine mese tramonta poco dopo le 20.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 30,569 U.A. (4.573.057.309,428 km).
 
 
Congiunzioni 
Congiunzione tra Giove (a sinistra) e Venere (a destra) del Giugno 2015. Foto di Alfredo Lolli e Matteo Reggidori.

 

 
 -02 gennaio, h 07 - Congiunzione Luna-Venere;
 
 -03 gennaio, h 07 - Congiunzione Luna-Giove;
   
 
-12 gennaio, h 07 - Congiunzione Luna-Marte;
 

  -23 gennaio, h 06:30 - Congiunzione Venere-Giove;

 -31 gennaio, h 06:30 - Congiunzione Luna-Venere-Giove
 
Sciami meteorici con picco d'intensità nel mese di gennaio  
Ecco gli sciami meteorici attivi nel mese di gennaio, divisi tra quelli che durante il mese mostrano il loro picco e quelli che pur non avendo in questo mese il picco presentano comunque una qualche attività. Per maggiori informazioni, potete consultare la apposita rubrica UAI curata della Sezione Meteore, a questo link: http://meteore.uai.it/sciami/2019/gen2019.htm
 
 1)Quadrantidi/Bootidi di gennaio: sciame attivo tra il 26 dicembre ed il 13 gennaio, con picco tra il 2 e il 4 gennaio; 
 
2)Rho Geminidi: sciame è attivo tra il 28 dicembre ed il 28 gennaio, con picco l'8 gennaio; 
 
3)Delta Cancridi: sciame attivo tra il 21 dicembre ed il 25 gennaio, con picco il 17 gennaio; 
 
4)Alfa Cani Minoridi: sciame attivo dal 13 al 30 gennaio, con picco il 17 gennaio;

5)Alfa Idridi: sciame attivo dal 31 dicembre al 06 febbraio, con picco il 19 gennaio;

6)Alfa Leonidi: sciame attivo dal 13 gennaio al 13 febbraio, con picco il 01 febbraio.
 
Altri sciami meteorici che hanno già raggiunto/devono ancora raggiungere la massima intensità sono costituiti da: 
 
 1)Leo Minoridi di dicembre: (attive dal 05 dicembre al 04 febbraio, con picco il 19 dicembre);
 
2)Lincidi: (attive dal 10 dicembre al 28 gennaio, con picco il 20 dicembre);
 
3)Zeta Aurigidi Sud: (attive dal 11 dicembre al 21 gennaio, con picco il 31 novembre);
 
4)Zeta Aurigidi Nord: (attive dal 14 dicembre al 15 gennaio, con picco il 31 dicembre);
 
5)Xi Bootidi: (attive dal 25  gennaio al 09 febbraio, con picco il 05 febbraio);
 
6)Alfa Aurigidi: (attive dal 13 gennaio al 20 febbraio, con picco il 06 febbraio);
 
7)Psi Leonidi/Eta Leonidi: (attive dal 26 gennaio al 28 febbraio, con picco l'11 febbraio).
 
Carte del cielo del mese di gennaio  
il cielo del 01 gennaio, alle ore 23
 
Il cielo del 15 gennaio, alle ore 23