Il cielo del mese: febbraio 2018

2018-01-30

 Diamo uno sguardo ai principali eventi astronomici del mese di febbraio 2018!

 
Il Sole 
il Sole, fotografato da Michele Brusa
 
01 febbraio: sorge alle 07:31
transita alle 12:27
tramonta alle 17:23
durata del giorno 9 ore e 52 minuti
distanza dalla Terra alle 12:00: 0.985363202 U.A.
 
15 febbraio: sorge alle 07:13
transita alle 12:28
tramonta alle 17:43
durata del giorno 10 ore e 30 minuti
distanza dalla Terra alle 12:00: 0.987805708 U.A.
 
28 febbraio: sorge alle 06:53
transita alle 12:26
tramonta alle 18
durata del giorno 11 ore e 07 minuti
distanza dalla Terra alle 12:00: 0.99060053 U.A
 
 
La Luna 
La Luna, fotografata da Simone Zampilli
 
07 febbraio, 04:04 - Luna all'ultimo quarto
 
11 febbraio, h 15:01 - Luna in apogeo (405.700,1 km) 
 
15 febbraio, h 09:03 - Luna nuova
 
22 febbraio, h 22:49 - Luna al primo quarto 
 
27 febbraio, h 15:34 - Luna al perigeo (363.932,5 km)
 
 
I pianeti
 
Mercurio - Il pianeta Mercurio sarà impossibile da individuare in quanto troppo vicino al Sole, molto basso sull'orizzonte.
Il 17 sarà in congiunzione superiore.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 1,393 U.A. (208.389.833,885 km);
 
Venere - Venere sarà del tutto invisibile in cielo in quanto troppo vicino al Sole, almeno fino alla fine del mese quando farà capolino molto basso, nella luce del tramonto.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 1,689 U.A. (252.670.803,612 km);
 
Marte - Il Pianeta Rosso sarà visibile nell'ultima parte della notte, in direzione Est. 
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 1,533 U.A. (229.333.535,783 km);
 
Giove - Il Gigante gassoso sarà ben visibile nel cielo della seconda parte della notte, anticipando gradualmente la sua levata per arrivare a sorgere poco dopo la mezzanotte a fine mese.
Il giorno 11 sarà in quadratura.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 5,262 U.A. (787.183.995,623 km);
 
Saturno - Il Signore degli Anelli sorgerà nella parte finale della notte, anticipando la sua levata notte dopo notte, al punto da sorgere prima delle 4 alla fine del mese.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 10,665 U.A. (1.595.461.291,016 km);
 
Urano - Urano rimane fermo nella costellazione dei Pesci, continuando ad essere osservabile al telescopio durante la prima parte della notte.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 20,393 U.A. (3.050.749.377,185 km);
 
Nettuno - Il pianeta Nettuno non sarà osservabile a lungo, se non nei primissimi giorni di febbraio e solo nella primissima parte della notte: anticipa il suo tramonto giorno dopo giorno, ed è possibile osservarlo solo al telescopio.
Il 15 del mese, a mezzogiorno, disterà dalla Terra circa 30,889 U.A. (4.620.928.628,052 km).
 
 
Congiunzioni
 
Congiunzione tra Giove (a sinistra) e Venere (a destra) del Giugno 2015. Foto di Alfredo Lolli e Matteo Reggidori.
 
 -08 febbraio, h 06 - Congiunzione Luna-Giove;
 
 -09 febbraio, h 06 - Congiunzione Luna-Marte;
   
 
-11 febbraio, h 06:30 - Congiunzione Luna-Saturno;
 
 
Sciami meteorici con picco d'intensità nel mese di febbraio  
(dati gentilmente forniti dalla UAI-Sezione Meteore: http://meteore.uai.it/#vetrina)
  
1)Xi Bootidi: questo sciame meteorico, attivo dal 25 gennaio al 09 febbraio, è di recente scoperta ed è ancora poco studiato. Il suo radiante, visibile dalla mezzanotte in poi, raggiungerà la maggiore altezza all'alba a circa 65°. Le notti del picco, quelle tra il 4 e il 5 e tra il 5 ed il 6 febbraio, saranno sfavorevoli per le osservazioni a causa del disturbo lunare;
 
2)Alfa Aurigidi: questo sciame è attivo tra il 15 gennaio ed il 20 febbraio, e produce poche meteore solitamente lente, con qualche bolide. Il radiante sarà visibile per tutta la notte, culminando intorno alle 20 allo zenit e portandosi al tramonto verso l'alba. Le notti di picco, tra il 5 ed il 7 di febbraio, saranno favorevoli alle osservazioni a parte che nelle ore che precedono l'alba, a causa del disturbo lunare;
 
3)Lamba Erculidi; questo sciame, attivo dal 05 febbraio all'08 febbraio, è di recente scoperta amatoriale, e potrebbe essere stato originato dalla cometa 1857_I (D'Arrest). Necessita ancora di studi approfonditi. il radiante di questo sciame sarà visibile dalle 02 in poi e culminerà all'alba circa a 55°. Le notti del picco, tra il 5 ed il 7 febbraio, saranno sfavorevoli dato che il radiante sorgerà in corrispondenza della Luna;
 
4)Psi Leonidi / Eta Leonidi: sciame attivo tra il 28 gennaio ed il 26 febbraio, presenta meteore poco luminose e qualche bolide occasionale. Il radiante sarà visibile per tutta la notte e culminerà intorno alle 02 ad oltre 60° di altezza sull'orizzonte. La notte tra l'11 ed il 12 febbraio, corrispondente al picco di questo sciame, sarà molto favorevole alle osservazioni a causa della completa assenza della Luna;
 
5)Delta Leonidi: sciame attivo dal 01 febbraio al 05 marzo, è un componente del sistema complesso delle Virginidi. Produce meteore lente e deboli frapposte a bolidi asteroidali. Il radiante sarà visibile per tutta la notte e culminerà intorno alla mezzanotte a 65° sull'orizzonte. La notte del picco, tra il 24 ed il 25 febbraio, sarà favorevole all'osservazione solo a partire dalla mezzanotte, con l'assenza del disturbo lunare;
 
6)Sigma Leonidi: sciame attivo dal 09 febbraio al 13 marzo, componente del sistema complesso delle Virginidi. Produce meteore per lo più deboli. Il radiante sarà visibile per tutta la notte e culminerà intorno all'01 a oltre 60° sull'orizzonte. La notte tra il 24 ed il 25 febbraio, in cui è atteso il picco, sarà sfavorevole alle osservazioni a causa del disturbo lunare.
 
Altri sciami meteorici che hanno già raggiunto/devono ancora raggiungere la massima intensità sono costituiti da: 
 
1)Leo Minoridi di dicembre: (attive dal 05 dicembre al 04 febbraio, con picco il 19 dicembre);
2)Alfa Idridi: (attive dal 31 dicembre al 06 febbraio, con picco il 18 gennaio);
3)Pi Virginidi: (attive dal 14 febbraio al 13 marzo, con picco il 06 marzo).
 
Carte del cielo del mese di febbraio 
 
il cielo del 01 febbraio, alle ore 23
 
Il cielo del 15 febbraio, alle ore 23